Cortevecchia – Via G. Matteotti 8, Arese

Share

CORTEVECCHIA


 

Siamo stati ospiti al “Cortevecchia” di Arese (Mi), poco fuori dalle mura meneghine circa 10- 15 minuti di macchina.

Arrivando proprio nei pressi del comune di Arese in via G. Matteotti, rapiti dal profumo inconfondibile di caponata che attraverso le finestre della cucina inebria la strada, veniamo guidati all’ingresso del ristorante. Siamo da subito accolti in maniera molto familiare dallo Chef Vincenzo e dalla moglie. Ci raccontano della loro esperienza e delle loro scelte.

Entrambi siciliani, lui di Pantelleria lei di Palermo, da sempre e innamorati delle loro terre tanto da voler trapiantarne gusti e sapori nell’hinterland milanese.  Dopo varie esperienze in giro nella provincia milanese scelgono in Arese la location giusta per l’inizio di una nuova avventura. Nell’aprile del 2017 aprono il ristorante di pesce Cortevecchia ed è subto un successo.

Il locale è ben curato molto pulito e gli amici a quattro zampe sono ammessi, con un occhio di riguardo. Lungo le pareti spiccano scaffali di vino in “Rosa”: la maggior parte delle bottiglie selezionate, infatti, proviene da aziende vitivinicole gestite da donne tra cui i vini della tenuta Cavalier Pepe.

All’ingresso troviamo l’angolo della pizza con forno a legna e sul fondo della sala un banco Bar, adiacente ad esso su di un rialzo troviamo un’altra sala arredata con toni molto concilianti e sobri.

Noi ci accomodiamo nel dehor, all’aperto e con possibilità di utilizzo anche nella stagione fredda in quanto una parte è coperta.

 

Mentre si sfoglia il menù l’occhio va sulla varietà di piatti a disposizione e sulla loro ricercatezza. Apprendiamo da Patrizia che al Cortevecchia la pasta fresca è preparata in un pastificio di Alcantara e la preparazione è tale da richiedere una cottura lenta e una capacità di lavorazione alta; questo comporta  un maggior tempo di attesa, perché la fretta e la buona tavola non vanno mai assieme. Durante l’attesa, che sarà premiata, avrete il tempo di farvi consigliare il giusto vino da accompagnare ai vostri piatti.

Ci affidiamo ai primi di pesce potendo anche optare per una pizza, preparata con impasto con autolievitazione  Patrizia ci spiega le fasi di lavorazione della pasta: 1°giorno si forma l’impasto -2° giorno si producono le palline- 3° giorno sono pronte per l’uso;

Iniziamo il nostro tour coulinario con un antipasto: caponata con capperi di Pantelleria e cipolle condite con aceto balsamico (anche in questo caso prodotto artiginalmente) accompagnata da focaccia al forno.

La scelta dei primi ricade su: Paccheri Fumè (pasta dell’Alcantara ripiena di gambero rosa di Puglia e mozzarella di bufala)

 

e sulla Calamarata all’isola (pasta dell’Alcantara con polpo, pinoli e pachino)

Accompagniamo i nostri piatti con del vino bianco, Vermentino in mezza bottiglia per non esagerare, un “Giunco Piccolo”.

La pasta arriva praticamente circa 20 minuti dopo l’ordine, la calamarata è ricoperta di pomodorini con pinoli e al primo assaggio. La pasta è al dente ma asciuga tutto il sapore dei calamari, favolosa e oltre alla soddisfazione gustativa lo stomaco risulta alquanto satollo, quindi lasciamo riposare e optiamo per un dolce.

L’offerta, su cui vogliamo soffermarci e quella relativa ai sorbetti  dai gusti orginali e completamente artiginali!

I Sorbetti disponibili sono: cedro e mentalimone e frutto della passionemango e rhumlimone e salvialimone e champagnemela verdefrutti di bosco, la scelta ricade su di un tris: limone e frutto della passione, limone e salvia e frutti di bosco

Proviamo anche un altro dessert di produzione propria: il Bacio di Pantelleria. Lo accompagniamo il bacio con un ottimo passito di Pantelleria Cimyllia.

Passiamo alla parte economica. A pranzo il ristorante propone un menù a prezzo fisso (€ 14,00 con possibilità di pagare con i ticket) che comprende un primo, un secondo, un contorno, acqua e caffè). La sera invece, il menù è alla carta. I prezzi sicuramente non sono sicuramente modici ma nemmeno esagerati contando che la maggior parte dei piatti sono a base di pesce.

La serata scorre lenta e piacevole, lontana dai ritmi serrati e asfissianti della metropoli. Ci voleva proprio un po’ di sana e gustosa cucina italiana, con tutta la calma che richiede.

Dopo esserci complimentati con Lo Chef Vincenzo, con Patrizia e con lo Staff, salutiamo e torniamo a Milano. Sicuramente ci torneremo e lo consiglieremo a chiunque voglia mangiar bene in tranquillità.

 

Giudizio:

recensioni-gustose-cinque-maialini-valutativi

 

—————————————————
SCHEDA LOCALE

Nome: Cortevecchia
Indirizzo: Via G. Matteotti, 8
Città: Arese (Mi)
Telefono: 02.9380478
Prezzo: medio/alti
Sito web: https://www.cortevecchiaarese.it
Agevolazioni disabili: sì, locale a norma e spazioso

Molti mi conoscono sul web come Economino . Non posso definirmi un'esperta di Food ma amo mangiare, tanto che dal 2011 sono autrice del blog "Recensioni Gustose" nel quale recensisco locali e ristoranti principalmente di Milano, ma anche d'Italia e Mondo. Grazie al mio blog, che mi ha fatto mettere su 10 kg, ho avuto l'opportunità di provare in anteprima ristoranti milanesi e di partecipare ad importanti eventi "gustosi" e non. Nella vita, oltre ad essere una squattrinata perenne, mi occupo di web marketing per la web agency Engame di Milano. Dal 2016 sono caporedattore di Honest Cooking Italia.

About the Author: Martina Paola Gambini

Molti mi conoscono sul web come Economino . Non posso definirmi un'esperta di Food ma amo mangiare, tanto che dal 2011 sono autrice del blog "Recensioni Gustose" nel quale recensisco locali e ristoranti principalmente di Milano, ma anche d'Italia e Mondo. Grazie al mio blog, che mi ha fatto mettere su 10 kg, ho avuto l'opportunità di provare in anteprima ristoranti milanesi e di partecipare ad importanti eventi "gustosi" e non. Nella vita, oltre ad essere una squattrinata perenne, mi occupo di web marketing per la web agency Engame di Milano. Dal 2016 sono caporedattore di Honest Cooking Italia.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *